Loading...

Restauro conservativo e riciclo creativo: come ristrutturare edifici antichi con materiali moderni

L’arte del riciclo, del saper recuperare qualcosa per reinventarlo donandogli nuova utilità, è una delle capacità più ammirate dell’uomo moderno, che per sua natura tenderebbe invece allo spasmodico consumo di qualsiasi tipo di oggetto e bene mobile e immobile.
In ambito architettonico quest’attività si declina in due diverse pratiche edili: la ristrutturazione, che comprende tutti gli interventi che attuano una trasformazione radicale dell’edificio e dei suoi componenti mutandone la qualificazione tipologia e gli elementi formali; il restauro conservativo, ovvero l’insieme delle opere che hanno lo scopo di recuperare e conservare le funzionalità di un determinato organismo edilizio senza mutarne gli elementi strutturali ed eliminando eventuali elementi estranei.
Risanare un ambiente e donargli così nuova vita, preservandone allo stesso tempo le caratteristiche iniziali, può risultare tuttavia più complesso del demolirlo e ricostruirlo da zero, poiché implica che i progettisti prima e gli addetti ai lavori poi prestino grande attenzione al rispetto dei volumi originari nella definizione dei nuovi spazi architettonici.
Per soddisfare questo genere di esigenza la scelta più indicata è utilizzare materiali duttili come i polimeri cementizi Ideal Work Microtopping® e Nuvolato Architop®, che permettono di ricoprire in appena 3-4 millimetri qualsiasi superficie in tempistiche veramente ridotte, o gli eleganti Pavimento Sassoitalia® e Muro Stampato, particolarmente indicati per rimodernare edifici dallo stile rustico ma sofisticato.

 

Auditorium contemporaneo in una chiesa cinquecentesca

Data: 2019
Luogo: Rotello, Italia
Architetto: Luigi Valente e Mario di Bona
Materiale: Microtopping®

Un esempio davvero ammirevole di restauro è offerto dalla piccola chiesa di San Rocco a Rotello in provincia di Campobasso, il cui interno è stato trasformato in una moderna sala polifunzionale avvolgendone pareti e pavimento – ad eccezione di una piccola porzione della pavimentazione originale in pietra – con una superficie omogenea in Microtopping® bianco, che genera un contrasto altamente scenografico con il nero delle 100 poltrone disposte al centro dell’ambiente.

Ristorante Versus Meridianem

Data: 2018
Luogo: Murano, Italia
Progettista: Arch. Riccardo Burigana
Materiale: Nuvolato Architop®

Questo moderno ristorante situato sull’isola veneziana di Murano è stato ricavato dalla ristrutturazione di una vetreria abbandonata, il cui fascino è stato mantenuto nelle ampie vetrate vista mare e nelle pareti faccia a vista del nuovo open space in cui gli arredi in legno, acciaio e pelle sono armonizzati dal pavimento in Nuvolato Architop® senza giungi, che rafforza lo stile industriale dell’ambiente con la sua estetica brutalista.

Restyling di un autobus

Data: 2016
Luogo: Amsterdam, Olanda
Progettista: Simon Stukadoors & TOP COVER
Materiale: Microtopping®

Le potenzialità applicative del Microtopping sono infinite, come dimostrato dall’utilizzo che ne è stato fatto per ricoprire interamente un vecchio bus, trasformandolo in un moderno cocktail bar itinerante. Quest’opera di riciclo creativo è stata possibile grazie all’elevata personalizzazione applicabile al materiale che, in una sola settimana, è stato lavorato su ogni superficie – orizzontale, verticale, dritta e curva – del veicolo in un’esclusiva variante blu appositamente prodotta.

Recupero di un trullo a Ostuni

Data: 2016
Luogo: Ostuni, Italia
Progettista: Arch. Enrico Maria Cicchetti, Studio Emc
Materiale: Nuvolato Architop®

Per la ristrutturazione di questi trulli pugliesi si è reso necessario individuare un materiale che permettesse di recuperare un ex deposito di attrezzi agricoli per trasformarlo in una nuova e sofisticata struttura architettonica. La soluzione più idonea è stata dunque quella di ricorrere al calcestruzzo Ideal Work, che si integra tanto con l’esterno quanto con l’esterno, adattandosi perfettamente a ricoprire i pavimenti della glass-room, dei gradoni della piscina e delle stanze.

Restauro conservativo di un rustico

Data: 2009
Luogo: Paderno del Grappa, Italia
Progettista: Arch. Sara De Ronchi
Materiali: Microtopping®, Nuvolato Architop®, Pavimento Sassoitalia® e Muro Stampato.

Il restauro effettuato su questo grande rustico trevigiano di metà Seicento ha comportato un ampio uso dei calcestruzzi Ideal Work. Gli interni sono stati infatti rinnovati con Microtopping® sulle pareti e Muro Stampato per ricoprire alcuni elementi originali in c.a., mentre nelle aree esterne sono stati posati Pavimento Sassoitalia® giallo nelle aree calpestabili e Nuvolato Architop® acidificato per le decorazioni geometriche della pavimentazione.