Loading...

Come realizzare un bagno senza piastrelle

Rinnovare il bagno senza togliere le piastrelle ed evitando quindi dispendiose opere murarie e interventi, si può: oggi il mercato offre molte soluzioni innovative che superano in termini estetici e prestazionali le tradizionali piastrelle. I vantaggi di avere un bagno senza rivestimento in piastrelle sono senza dubbio molteplici; sia in caso di nuovo, ma soprattutto nel caso delle ristrutturazioni.

 

Bagno moderno senza piastrelle con Microcemento
Esempio di bagno senza fughe e piastrelle

 

Queste sono alcune delle soluzioni disponibili:

 

– Smalto sintetico o vernice per rinnovare: scegliere di rinnovare il bagno con rivestimenti

in smalto sintetico o vernici idrorepellenti, è una scelta economicamente conveniente; un ulteriore vantaggio è di avere a disposizione una gamma molto ampia di colorazione ed effetti; tuttavia questa soluzione rinnova parzialmente perché mantiene l’estetica precedente data delle piastrelle.

 

– Coprire con piastrelle sottili in gres coniuga bassi spessori, alta resistenza all’abrasione e all’usura, lunga durata nel tempo, ridotta manutenzione e disponibilità di svariati formati e finiture. Il materiale non è poroso, a vantaggio della pulizia.

 

– Rivestire il bagno con la resina epossidica permette di contare su un’elevata resistenza all’umidità e su una buona igienicità del materiale. La grande possibilità di personalizzazione con colori e decori ed il suo appeal contemporaneo hanno decretato il suo successo negli ultimi anni. Se la piastrellatura non è integra, è necessario sostituire eventuali piastrelle rotte o mancanti.

 

– Rivestimenti in legno: molto belli e caldi da un punto di vista estetico, tuttavia tendono a risentire dell’umidità dell’ambiente bagno; in caso di caduta diretta dell’acqua necessitano di rapida asciugatura.

 

– Microcemento (microtopping): rivestire il bagno con il microcemento Microtopping® Ideal Work® consente di ottenere uno spazio contemporaneo continuo dal design unico e personalizzato; grazie alla posa artigianale, è altamente personalizzabile nei colori e negli effetti e versatile nell’abbinamento con i più diversi stili d’arredamento; l’assenza di fughe regala un effetto di ampliamento dello spazio: il microcemento è quindi molto adatto anche in caso di bagni “compatti”. Adeguatamente trattato il microcemento Microtopping® Ideal Work®, ha proprietà di idrorepellenza, resistenza agli agenti chimici e all’usura; è pratico e veloce da pulire rispetto alle classiche piastrelle.

 

Perché scegliere un bagno senza piastrelle?

Scegliere un bagno senza rivestimento di piastrelle in ceramica conviene, per tante ragioni.

– TENDENZA: l’innovazione in materia di bagno prevede bagni non piastrellati; la piastrella rappresenta infatti un’idea di bagno tradizionale, superata dall’impiego di nuove soluzioni; il bagno moderno si caratterizza per una nuova idea di spazio.

 

– CONTINUITA Ad IGIENICITA’’: oltre all’effetto di continuità e conseguente effetto di ampliamento dello spazio, l’assenza di fughe e giunti consente un’igiene maggiore; le fughe tra le piastrelle tendono ad annerire e catalizzare sporcizia se non pulite adeguatamente e frequentemente; un bagno senza piastrelle con un rivestimento senza fughe è facile e veloce da pulire, senza troppa frequenza.

 

-STOP DEMOLIZIONI: rinnovare il bagno senza togliere le piastrelle, ma scegliendo invece di rivestirle permette di evitare disagevoli demolizioni che allungano i tempi di lavoro e portano sporcizia negli interni. Si possono inoltre evitare eventuali danni ulteriori che si possono verificare durante la demolizione, come ad esempio provocare guasti alle tubazioni.

 

-RIDUZIONE TEMPISTICHE LAVORI: Rivestire il bagno senza togliere le piastrelle ottimizza i tempi di cantiere; in pochi giorni si può ottenere un bagno nuovo e moderno, senza grossi fastidi

 

-RIPRISTINI o RINNOVI FACILI: un bagno con piastrelle richiede la disponibilità di piastrelle analoghe per la sostituzione delle vecchie in caso di rottura; a volte capita che le piastrelle siano fuori produzione. Un bagno senza piastrelle è facilmente rinnovabile senza necessità di pezzi sostituivi.

 

-RIDOTTE PROBLEMATICHE DI POSA: le piastrelle richiedono taglio e posa e questo può determinare imprecisioni o inestetismi vicino alla parete; nell’eventualità di un taglio non corretto infatti, le piastrelle possono essere troppo grandi per lo spazio da occupare, causando spiacevoli effetti visivi.

 

In sintesi, le soluzioni moderne come microcemento rappresentano una scelta vantaggiosa perché sono resistenti all’usura e all’umidità, durevoli nel tempo, nonché facili da pulire

 

Perché rivestire il bagno con il microcemento

Rivestire in microcemento il bagno comporta numerosi i vantaggi rispetto a soluzioni più tradizionali.

Il microcemento è un materiale decorativo a base di cemento, con uno spessore minimo (3 mm), estremamente duttile, che permette di realizzare superfici continue (senza fughe): pavimenti, pareti, soffitti ma anche di rivestire docce e vasche da bagno e svariati complementi d’arredo. Adeguatamente trattato, resiste non solo alle macchie, agli urti e all’abrasione; ma soprattutto resiste alla penetrazione dell’acqua e all’umidità senza danneggiarsi e, per questo, può essere applicato nell’ambiente bagno. Materiale ideale per rinnovare il bagno senza demolire le vecchie piastrelle, consente di evitare anche gli eventuali danni ai sanitari e alle tubazioni che si possono verificare durante i lavori di rimozione delle piastrelle.  Grazie all’assenza di fughe e giunzioni, è assolutamente facile da pulire ed estremamente igienico (lo sporco non si annida). Facilmente applicabile, è in grado di aderire a tutte le vecchie superfici con facilità e regala allo spazio un nuovo look moderno e di design.

 

Ristrutturazione bagno di casa privata
Pavimenti e muri rivestiti di Microcemento per donare un nuovo look al tuo bagno

 

La ristrutturazione bagno con il microcemento Microtopping® Ideal Work® è un intervento che consente rinnovare il bagno in tempi ridotti e senza troppi disagi, ottenendo un bagno nuovo e moderno. Raffinato, di design, il bagno rivestito in il microcemento Microtopping® Ideal Work® appare più ampio grazie all’assenza di fughe e guadagna in igienicità e praticità.

 

Come viene rivestito il bagno con il microcemento

Rinnovare il bagno senza togliere le piastrelle con il microcemento Microtopping® Ideal Work® si può fare in modo facile, veloce e con disagi minimi. Per essere fatto a regola d’arte, il lavoro va realizzato da un applicatore autorizzato Ideal Work

Ad esempio per rivestire con microcemento un’intera parete in piastrelle si procede attraverso alcune fasi: viene preparato e pulito il supporto nel modo migliore per accogliere il microcemento; viene data una prima mano di base; una volta asciutta la superficie, viene carteggiata e ripulita; viene data una mano di finitura e se necessario una seconda mano di finitura; dopo alcuni giorni (xx:dovremmo specificare) , viene applicata una resina protettiva. In pochi passaggi e pochi giorni il bagno è fatto!

 

Rivestire solo in parte il bagno

Idee di rivestimento del bagno ce ne sono tante: ad esempio può essere esteticamente interessante accostare rivestimenti moderni come il microcemento e piastrelle. Quindi si può ad esempio rivestire solo una parte di piastrelle esistenti creando nel bagno un gioco di contrasto tra stili e tecniche diverse; questo proprio perché il microcemento è un materiale dinamico e versatile che si presta a inediti abbinamenti, in base ad ogni gusto estetico.

 

Come scegliere il colore per un bagno senza piastrelle

I vantaggi estetici del microcemento sono un altro fattore importante da considerare quando si sceglie di rinnovare il bagno.

Rispetto alle piastrelle di cui trovare il colore giusto non è sempre facile e veloce, il microcemento si presta ad ampie esplorazioni cromatiche per creare proprio la tonalità desiderata. Senza contare che il colore si può definire anche all’ultimo momento, cosa che non si può fare con le piastrelle perché una volta comprate ed applicate, difficilmente si possono cambiare o sostituire.

La possibilità di personalizzare lo spazio bagno è quindi altissima: I rivestimenti in microcemento Microtopping® Ideal Work® prevedono una vastissima scelta di combinazioni di colori e di effetti, tutte personalizzabili nell’intensità e nelle tonalità. Questo grazie alla posa artigianale da parte dell’applicatore autorizzato Ideal Work®.Dal bianco, al grigio ai colori più sgargianti, effetto cemento grezzo, effetto legno, satinato o lucido: le possibilità con il microcemento Microtopping® Ideal Work® sono infinite. Il materiale, ad alto impatto visivo, può essere poi applicato ad altre parti della casa creando una continuità fluida tra gli ambienti.

Solo per fare qualche esempio. Per dare al bagno la massima luminosità e raffinatezza, aumentando al contempo la percezione di ampiezza, il bianco puro è l’ideale. Con il mobilio in legno o con i dettagli in metallo, il silver gray è la soluzione più indicata. Il nero regala al bagno un tocco di eleganza lussuosa, lo Sky Blue  ben si presta nella casa al mare o in generale associato al bianco in interni di stile oceanico, mentre un color terracotta valorizza un ambiente classico e rustico e un colore lavanda rende unico uno spazio bagno shabby-chic.

 

Microtopping i colori base disponibili

 

Un bagno completamente senza piastrelle

Ecco un esempio pratico di come rinnovare il bagno senza togliere le piastrelle. Il bagno con piastrelle  rosa antico di un’abitazione privata di Castelfranco Veneto (TV) necessitava di un riammodernamento. Senza demolire le vecchie piastrelle, il bagno è stato interamente rivestito con il microcemento Microtopping® Ideal Work® nel colore grigio, un rivestimento innovativo di pregio estetico, in grado di dare continuità agli interni in modo raffinato, ampliare lo spazio e donare luminosità all’ambiente.

 

Bagno con rivestimento in materiale Microtopping
Esempio di un’abitazione privata con bagno in Microcemento grigio

 

Scopri di più sul progetto!