Loading...

Il potere meditativo del cemento

Tempio buddista realizzato da Archstudio

 

A Tangshan, una città cinese sulle rive del fiume Tanghe, nasce il progetto di un tempio buddista degli architetti di Archstudio.

Grazie alle caratteristiche del paesaggio come la presenza del fiume e la folta vegetazione, l’opera è stata realizzata senza contemplare cambiamenti drastici agli elementi naturali e seguendo la linea creata dalla vegetazione circostante. Nessun albero è stato toccato, al fine di mantenere fede allo spirito del luogo. Per questo motivo l’edificio è stato sviluppato sottoterra seguendo percorsi non lineari per non nuocere le strutture naturali. È stato concepito come un’estensione di rami o radici dell’esistente foresta, che va a formare cinque spazi separati ma continuativi.

A favorire la percezione di entrare in un luogo devoto alla meditazione e alla concentrazione è il corridoio esterno scavato nel terreno e utilizzato come ingresso: le alte pareti in cemento del lungo e stretto percorso, creano un visivo taglio netto tra la realtà esterna della natura e quella interna, favorendo la sensazione di pace mentale per le persone che entrano. L’uso del cemento per la realizzazione delle pareti e del soffitto si congiungono raffinatamente senza serramenti e al tempo stesso, l’arredamento creato appositamente per il luogo, completa il design accostato al legno solido di porte e finestre. Interessante è la pietra del pavimento chiaro monocromo che si compone di assi bianchi nelle corti e cemento in ciottoli chiari all’esterno verso il fiume.

La geometria di questo tempio mira all’equilibrio tra elementi interni ed esterni, ricostruendo una certa grazia e una significativa semplicità nella sua funzione spirituale e nella connessione tra natura e persone.

Project credits:

Design company: Archstudio
Architectural design: Han Wenqiang, Jiang Zhao, Li Xiaoming
Structural design: Zhang Fuhua
Water and electricity design: Zheng Baowei