Loading...

Pavimenti in cemento o grès porcellanato?

Rinnovare le superfici degli ambienti quotidiani comporta una scelta: pavimenti in cemento o in grès porcellanato? All’apparenza molto simili, questi due rivestimenti hanno caratteristiche ben distinte:

 

1 – I pavimenti in grès porcellanato sono a base ceramica e si ottengono dall’impasto di argille, sabbia e minerali naturali, un materiale compatto e omogeno che viene cotto al forno a 1200-1400°C. Grazie alla cottura ad alte temperature, il grès porcellanato si presenta duro e resistente a urti e abrasioni. Questi pavimenti sono impiegati sia per superfici interne che esterne e riproducono gli effetti del legno, del cemento, della pietra e anche del marmo, presentandosi, quindi, come delle soluzioni versatili.

 

2 – I pavimenti in cemento sono invece a base cementizia e permettono di ottenere superfici senza fughe, resistenti agli urti e dall’effetto naturale, ma non solo, perché con le soluzioni e i rivestimenti Ideal Work si possono ottenere pavimenti effetto legno, pietra, marmo e colorazioni uniche e personalizzate. Inoltre, consentono la massima libertà progettuale, come la linea Microtopping® che in soli 2-3 millimetri rinnova tutte le superfici senza necessità di rimuoverle. Perfetti per chi vuole una superficie continua, innovativa e materica, i pavimenti in microcemento, sono la risposta a chi cerca qualcosa di diverso e desidera portare un tocco di raffinatezza e design.

 

pavimento in microcemento interni esterni

 

La linea Microtopping® è estremamente resistente alle sollecitazioni climatiche e all’usura, facile da pulire ed è la soluzione perfetta anche su pavimenti radianti. Per interni ed esterni e ideale sia per superfici orizzontali che verticali, in ottica di dare spazio alle idee senza porsi limiti. Infatti la forza del microcemento e di altri rivestimenti Ideal Work è quella di poter rivestire moltissime superfici non solamente i pavimenti.

 

Come vengono posati i due materiali?

 

I pavimenti in cemento a basso spessore, hanno un’esecuzione rapida e subito agibile, eliminando i fastidi della demolizione di superfici esistenti. Il team di applicatori Ideal Work effettua un lavoro veloce che dura nel tempo.

I pavimenti in grès porcellanato da 3 mm, invece, prima di essere posati, necessitano di alcune attente valutazioni:

1 – Verifica dell’integrità della superficie esistente;
2 – Assicurarsi che non ci sia alcun residuo di polvere o altre sostanze;
3 – Incollaggio che non lasci alcuna bolla d’aria sotto la piastrella.

 

Resistenza dei due materiali.

Entrambi si presentano come materiali resistenti a prova di urti, macchie e ogni sorta di agente chimico, tuttavia il pavimento in cemento, in particolare quello in microcemento ha un’ottima resistenza sotto stress e non teme gli urti più duri e gli agenti chimici più severi!

 

Dove si possono applicare i due pavimenti?

Il pavimento in cemento è perfetto per rinnovare sia interni che esterni, consentendo una ristrutturazione veloce senza dover rimuovere le superfici esistenti. Le sue caratteristiche uniche, inoltre, lo rendono ideale sia per superfici orizzontali che verticali come:

1 – Pareti in cartongesso o in muratura;

2 – Scale;

3 – Bagni;

4 – Box doccia.

 

pavimenti e pareti in microcemento

 

I pavimenti in grès porcellanato possono essere applicati ai pavimenti esterni e interni ma difficilmente vengono scelti per le pareti della casa.

 

Lo spessore dei due pavimenti.

Scegliere un pavimento in cemento a basso spessore comprende diversi vantaggi, come i tempi di posa rapidi e la riduzione dei tempi e dei costi dei cantieri. Si può dare un tocco innovativo a un ambiente senza demolire, in ottica di una lavorazione veloce e pulita.

E il grès porcellanato? In questo caso, lo spessore può variare dai 12 mm fino ai 3 mm. La versione ultra-sottile implica, tuttavia, una maggiore attenzione al momento della stesura.

 

Effetti e colori dei pavimenti.

L’estetica del cemento non ha limiti! Si possono ottenere diversi effetti con i pavimenti in cemento:

1 – Lucidi;

2 – Opachi;

3 – Satinati;

4 – Naturali.

 

Sono disponibili, inoltre, 29 colori base e infinite colorazioni per non mettere freno alla fantasia!

Anche il grès porcellanato garantisce vari effetti come quello in cemento, in legno, in marmo, in pietra, ma non permette di ottenere altre combinazioni particolari ed è quindi un po’ limitante per chi vuole puntare a superfici nuove dal design unico e irresistibile.

 

Pavimenti senza fughe

Sia i pavimenti in cemento che quelli in grès porcellanato sono senza fughe, ossia senza le interruzioni dei tradizionali pavimenti in piastrelle.

Le caratteristiche di questo tipo di pavimento sono:

1 – Più igiene e pulizia più facile;

2 – Rinnovare senza demolire;

3 – Effetto d’ingrandimento dello spazio;

4 – Resistenza nel tempo.

 

pavimento senza fughe effetto continuo

 

Perché scegliere un pavimento in cemento?

A questo punto bisogna scegliere una soluzione per le superfici che si vogliono rinnovare: cemento o grès porcellanato? Scopriamo i motivi che ci spingono a scegliere il pavimento in cemento:

1 – Nessuna demolizione

2 – Basso spessore

3 – Senza fughe

4 – Continuità

5 – Alta personalizzazione

6 – Facile da pulire

 

E ora? Diamo uno sguardo al progetto di una villa privata in cui è stata utilizzata la linea Microtopping®: Villa Nemes a Imperia Un ambiente che ha assunto un aspetto moderno grazie all’applicazione del microcemento Ideal Work.

 

Se vuoi maggiori informazioni e farti consigliare per trovare la soluzione più adatta a te, contatta gli esperti Ideal Work

 

pavimenti in cemento e pareti