Loading...

Intervista a Nicole Struppert

Cos’è per te la bellezza?

Per me la vera bellezza viene da dentro. Riflette uno stato emotivo del sé interiore. Più apro la mente, più mi connetto al mio corpo e alla mia anima, più vedo la bellezza nel quotidiano.
Questa domanda è tuttavia complessa, poiché la bellezza è molto soggettiva e ognuno la percepisce in maniera differente. La mia idea di bellezza potrebbe essere completamente diversa rispetto alla tua, ma ciò non significa che una delle due percezioni sia sbagliata.
Come dicono, “La bellezza è nell’occhio di chi guarda.”

La tua attività com’è influenzata dalla bellezza?

Sono sempre stata molto affascinata dalla lettura delle forme e dal tentativo di capire l’intenzione che sta dietro al design architettonico. La mia vera passione è concentrarmi sull’essenziale e ricercare un’estetica minimale.
Nelle mie foto amo ritrarre piccoli frammenti architettonici decontestualizzati e cercare di ricreare il soggetto e lo spazio con un significato completamente nuovo. Questo è il mio modo di comunicare come vedo e come sento l’architettura, gli spazi urbani e la vita stessa.
È tutta questione di respirare lo spazio e distillare l’essenza di un luogo in una fotografia. In questo processo mi sento per lo più un architetto che ha bisogno di riempire lo spazio dell’inquadratura di una macchina fotografica.

Ti va di raccontarci qualcosa del tuo lavoro e dei tuoi prossimi progetti?

Fotografare per me significa rallentare e sentire la connessione col soggetto o con lo spazio da immortalare. Perciò presto molta attenzione ai miei sensi e cerco di sentire l’atmosfera prima di azionare l’otturatore. È una specie di processo meditativo.
Attualmente non sto lavorando su alcun progetto in particolare. Negli anni scorsi ero orientata a focalizzarmi sulla relazione tra l’architettura e le persone negli spazi urbani. Quest’anno ho terminato un progetto sull’esplorazione della narrazione visiva data dalla natura e dal paesaggio per indagare le transizioni e i cambiamenti del viaggio nella vita.
Da qualche mese ho sviluppato un particolare interesse per la relazione tra l’architettura minimalista inserita nel paesaggio e la natura, specialmente nelle Alpi. Sono ancora in fase di ricerca e di studio, ma sento che potrebbe diventare un nuovo e interessante progetto.

 

// NICOLE STRUPPERT
// 16. Ottobre 2019

 

Info:
http://nicolestruppert.com/
www.instagram.com/nicolestruppert/
www.womeninphotography.info/
www.instagram.com/womiphotography/

Bio.

L’opera fotografica di Nicole Struppert si concentra sulle composizioni geometriche e minimaliste e sul reportage fotografico. Le sue fotografie sono la testimonianza della forma, della composizione e dell’osservazione della vita contemporanea attraverso il suo particolare punto di vista.
Le fotografia architettonica dell’artista risulta atipica nella sua astrazione. Invece di ritrarre vedute grandangolari, si concentra sui dettagli del design. Fotografa piccoli frammenti di architettura estrapolati dal loro contesto, ricreando il soggetto e lo spazio in modo da rivelare un nuovo significato.

Nel 2019 ha iniziato ad esplorare la narrazione visiva della natura e del paesaggio per indagare le transizioni e i cambiamenti del viaggio nella vita.

Tra il 2012 e il 2017 ha lavorato sul progetto a lungo termine di un documentario su Shoreditch nell’East London.
Oltre al suo lavoro personale e commerciale, ha lavorato come fotografa freelance per il dpa:picture alliance, dove ha ritraeva scene di vita durante i Giochi Olimpici di Londra 2012 e durante le elezioni degli Stati Uniti, sempre nel 2012.
Nel 2018 Struppert era l’unica donna su 10 fotografi dalla Germania ad essere pubblicata nel libro “Streetfotografie – Made in Germany”, di Rheinwerk Verlag. Un libro che ispira gli appassionati di fotografia interessati alla street photography.

Le sue opere sono state messe in mostra a livello internazionale e pubblicate in diversi media.
Dal 2015 è anche fondatrice, editrice e curatrice del sito web WOMEN IN PHOTOGRAPHY. Un sito internet creato per mettere a disposizione delle fotografe donne una piattaforma dove mostrare i loro lavori, per ispirarle e incoraggiarle nella loro opera.

Nicole Struppert (Germania, 1969) vive e lavora a Monaco e a Londra.