Domande su Microtopping - Ideal Work

Microtopping è utilizzabile anche all'esterno?

 

A differenza di molte resine che non possono essere applicate in ambienti esterni, Microtopping è ideale per applicazioni esterne quali: terrazzi, marciapiedi, bordi piscine, portici e pareti. Microtopping è dotato di una buona protezione da: penetrazione d’acqua, sollecitazioni climatiche, sali disgelanti e raggi UV.

Posso rifare il pavimento senza rimuovere la superficie esistente?

 

Microtopping è ideale sia per la realizzazione di nuove pavimentazioni, sia per il rinnovo di superfici già esistenti. La sua peculiarità è proprio quella di poter esser utilizzato sopra le vecchie pavimentazioni in legno, ceramica, calcestruzzo, senza necessità di rimuoverle.

Posso applicare Microtopping anche sopra piastrelle o parquet in legno?

 

Dopo un’attenta valutazione del fondo, con adeguata preparazione, Microtopping può essere installato su qualsiasi tipo di superficie. Il suo applicatore Ideal Work saprà consigliarla sulla fattibilità o meno dell’intervento ed assisterla durante la scelta della soluzione più adatta alle sue esigenze.

Posso rinnovare senza tagliare i serramenti presenti?

 

In soli 3-4 mm di spessore, con Microtopping può avere un nuovo pavimento senza dover rimuovere o modificare i serramenti presenti nella sua abitazione (salvo che i serramenti non siano perfettamente a sfioro con il pavimento).

Ho un riscaldamento a pavimento: posso utilizzare Microtopping?

 

Microtopping ha una resa perfetta anche su superfici con sistema di riscaldamento a pavimento. Sarà fondamentale scegliere un supporto idoneo al sistema di riscaldamento radiante installato. Microtopping presenta un valore di conduttività termica λ =0,46.

Posso ottenere uno spazio continuo senza interruzioni?

 

Microtopping nasce per rispondere alle esigenze di chi non ama le fughe. Applicabile sia in verticale, a parete, sia in orizzontale, a pavimento, dona la massima continuità allo spazio. In ogni caso, sarà l’applicatore a valutare dove sarà opportuno rispettare i giunti preesistenti.

Un pavimento in Microtopping è sicuro per la salute?

 

Sì. Severi test dimostrano che,dopo le fasi di applicazione e asciugatura, Microtopping non rilascia nell’aria sostanze nocive per adulti e bambini, ed è certificato A+ come livello d'emissioni di composti organici volatili (COV) secondo la normativa francese.

assenti emissioni interne microtopping

Emissione di Composti Organici Volatili (VOC) con il metodo in camera di prova secondo la norma UNI EN ISO 16000-9:2006.

Emission of Volatile Organic Compounds (VOC) using testing chamber method according to standard UNI EN ISO 16000-9:2006.

Microtopping è certificato?

 

Oltre ad essere un prodotto certificato CE, il microcemento Microtopping è stato sottoposto a molteplici test che hanno portato ai seguenti risultati:

 

QUALITÀ DELL’ARIA

Microtopping è una scelta sana.

I severi test UNI EN ISO 16000-9:2006 hanno dimostrato che il microcemento Microtopping non ha emissioni di VOC (Volatile Organic Compounds), attribuendogli il rating A+, cioè il massimo previsto.

RESISTENZA

Con Microtopping puoi stare sicuro.

Il materiale che più si presta ai confronti con il microcemento è il legno, che viene superato per resistenza a graffi, impatti e usura. Numerosi test (tra cui durezza superficiale e impronta residua) lo dimostrano.

REAZIONE AL FUOCO

Microtopping resiste al fuoco e al fumo.

Il microcemento Microtopping ha una ottenuto un’ottima classificazione di reazione al fuoco (classe europea A2FL) e al fumo (classe S1). Questo ne permette l’uso in quasi tutti gli ambiti civili e commerciali.

ABRASIONE

Ottima resistenza, anche sotto stress.

Abbiamo fatto girare per 25.000 volte una sedia con ruote di tipo W con battistrada morbido in poliuretano e carico di 90 kg su un pavimento in microcemento Microtopping. Il test ha dato come risultato “nessun difetto osservato”.

IMPATTO

Microtopping resiste agli urti più duri.

Alla prova di caduta di una massa, Microtopping è stato valutato “Classe 3 – IR>20”, che equivale alla caduta di una sfera da 1 kg da un’altezza di 2 metri. Campione integro dopo l’urto.

ADESIONE

Microtopping aderisce ad ogni superficie.

Grazie alla sua formula polimerica il nostro microcemento permette adesioni superiori alle tradizionali colle per la posa di pavimenti, garantendo assoluta sicurezza. La “prova di strappo” ha dato come risultato < 2,5 Nmm2.

ELASTICITÀ

Microtopping è più elastico del calcestruzzo.

Microtopping, a differenza dei materiali tradizionali (ceramica, marmo e calcestruzzo), ha caratteristiche elastiche che sopportano leggere deformazioni prima di fessurarsi. Questo permette la sua applicazione anche su supporti particolari, come il rivestimento di superfici in legno.

PERMEABILITÀ

Acqua e vapore non sono un problema.

Scegliendo la resina protettiva giusta, Microtopping può diventare un prodotto, ideale per bagni e docce. Infatti, alla determinazione della profondità di penetrazione di acqua sotto pressione, il microcemento Microtopping ha dimostrato una penetrazione assente.

SCIVOLAMENTO

Finiture per diversi gradi di scivolamento.

Grazie alla lavorazione artigianale di Microtopping, è possibile scegliere il grado di finitura ideale per il proprio progetto. Più liscia per pavimentazioni interne, più ruvida quando un maggior grado di antiscivolo è richiesto, ad esempio all’esterno o a bordo piscina.

PULIZIA

Microtopping resiste anche agli agenti chimici più severi.

Continuo e senza fughe, il microcemento è facile e veloce da pulire. È sufficiente passare un panno inumidito con acqua sulla superficie da pulire, con l’aggiunta di poco detersivo per pavimenti neutro e non schiumoso. Inoltre, diversi test hanno dimostrato che Microtopping resiste a diversi agenti chimici dei prodotti di uso comune.

CONDUZIONE TERMICA

Ottima conducibilità per ridurre i consumi.

Quando si usa un riscaldamento a pavimento, la conduzione termica è importante. Microtopping ha un coefficiente Lambda pari a λ=0,46 (capacità del materiale di trasmettere calore) doppio rispetto ad una superficie di legno. Ciò corrisponde ad un’elevata conducibilità termica, minori consumi e di conseguenza migliori performance dell’impianto.

INDENTAZIONE

Microtopping, due volte più resistente del legno.

Abbiamo fatto penetrare una sfera d’acciaio di diametro 10mm, applicando un carico di 1000N, su un rivestimento in Microtopping realizzato su un supporto in calcestruzzo. Il test Brinell tipo EN 1534:2000 ha dato come risultato 9,6 kg/mm², più del doppio rispetto ad una pavimentazione realizzata con un legno con elevata resistenza (4,51 kg/mm²).

Ho una casa ultra-moderna: è indicato Microtopping?

 

Con il suo effetto continuo e materico, Microtopping è ideale per la casa moderna ed è in linea con i trend più attuali nell’ambito dell’interior design. In grado di rendere unico qualsiasi ambiente, offre il meglio di sé nello spazio moderno minimal, dove si distingue da protagonista.

Ho un rustico ristrutturato: è indicato Microtopping?

 

Microtopping ben si presta anche ad uno spazio classico, rustico o antico, dove completa lo stile con raffinata discrezione.

Ho un ristorante, un bar, un hotel: è indicato Microtopping?

 

Sì, in questi spazi Microtopping riesce a creare atmosfere vellutate e accoglienti regalando agli ambienti stile, classe ed eleganza.

Ho un negozio o uno showroom: è indicato Microtopping?

 

Microtopping è perfetto anche in applicazioni commerciali dove riesce a valorizzare al meglio i prodotti in esposizione; è indicato soprattutto in spazi di tendenza.

Posso applicare Microtopping in bagno, ad esempio per un box doccia o una vasca o dei lavandini?

 

Certamente. Microtopping è adatto a questi tipi di applicazioni perché caratterizzato da una buona protezione alla penetrazione dell’acqua. In situazioni di ripristino o rinnovamento di superfici esistenti è necessaria un’opportuna valutazione da parte dell’applicatore ed un’adeguata preparazione del fondo.
Visita la nostra galleria fotografica per vederne degli esempi

Si tratta di superfici resistenti al calpestio e agli urti?

 

Prove dimostrano l’elevata resistenza di Microtopping a varie sollecitazioni. (Link a test) La resistenza superficiale è superiore a quella del legno. E’ opportuno osservare alcune accortezze nella manutenzione della superficie. Vedi la FAQ: “come mantenere un aspetto perfetto nel tempo”.

Si possono realizzare piani cucina e banconi di bar in Microtopping?

 

Sì, si può impiegare su ogni tipo di superficie purché trattata in modo appropriato. Non è comunque consigliato appoggiare oggetti bollenti, utilizzare il bancone come tagliere o lasciare sulla superficie sostanze aggressive quali succo di limone e aceto di vino.

Quali colori ho a disposizione?

 

Grazie agli specifici coloranti liquidi Colour Pack-C è possibile ottenere molte combinazioni di colori. L’intensità e la tonalità del colore varieranno in funzione della quantità di colorante utilizzato per il microcemento. La tabella colori infatti rappresenta solo un riferimento di massima: sarà compito dell’applicatore predisporre una campionatura sulla base delle richieste del cliente. E' inoltre possibile realizzare effetti lucidi,satinati nuvolati, acidificati nonché realizzare velature e inserti decorativi per ottenere finiture uniche, personalizzate, di grande impatto estetico ed eleganza.
Guarda la gallery scegli pure

Posso cambiare tonalità della superficie del microcemento una volta realizzata?

 

Certamente. Sarà sufficiente levigare e riapplicare Microtopping. Queste procedura si rivela particolarmente utile per ripristini e rinnovo di superfici come ad esempio nel caso di cambio di destinazione d’uso di uno spazio commerciale.

In quanto tempo si realizza mediamente una superficie in microcemento Microtopping?

 

Indicativamente per realizzare 100 m² si impiega circa una settimana. Ma i tempi di lavoro dipendono strettamente dalla complessità e dal tipo di intervento. Nel caso in cui si lavori su una superficie già esistente, può essere necessario qualche giorno in più, necessario per la valutazione e la preparazione del fondo sul quale il microcemento verrà applicato.

A cosa posso paragonare la resistenza di Microtopping?

 

Il microcemento Microtopping ha caratteristiche molto simili a quelle di un ottimo pavimento in legno. Questo materiale ha ottime resistenze ed è adatto all’utilizzo come rivestimento di pavimenti e pareti.

Microtopping non è invece paragonabile alle superfici in ceramica perché si tratta di materiali molto diversi e con processi produttivi molto differenti.

Le superfici in Microtopping si graffiano?

 

Tutte le superfici, anche le più resistenti, possono graffiarsi. Pensiamo all’acciaio (vedi carrozzeria dell’auto) che sottoposto a stress con oggetti appuntiti facilmente si graffierà. Come per tutte le superfici, questi graffi saranno più evidenti su superfici molto lucide e molto lisce. Per questa ragione, consigliamo la finitura opaca e un effetto più “materico". In ogni caso, per ripristinare una superficie in microcemento graffiata, è possibile eseguire manutenzioni straordinarie, come nel caso delle superfici in legno.

Cadute accidentali di oggetti pesanti possono rovinare il rivestimento?

 

Sì, se a cadere sono oggetti pesanti e appuntiti che possono quindi segnare la superficie di Microtopping.

Se cadono acqua, olio o altre sostanze, Microtopping si macchia?

 

Ideal Work offre una gamma molto ampia di protettivi. La scelta del protettivo giusto risponde alle esigenze del cliente finale. Esistono sia prodotti a solvente, sia prodotti all’acqua. Sebbene il trattamento in resina protegga il microcemento dalla veloce penetrazione di liquidi accidentalmente caduti, è bene ricordare che tutte le sostanze liquide, in particolar modo quelle più utilizzate in ambiente domestico quali vino, olii, aceto, caffè, devono essere eliminate velocemente da tutte le superfici in Microtopping prima che possano penetrare in profondità.

Come mantenere un aspetto perfetto nel tempo?

 

Si consigliano alcune precauzioni utili: a) prevedere all'ingresso di casa uno zerbino che possa trattenere polveri, sabbie e particelle abrasive; b) passare regolarmente la scopa o l'aspirapolvere c) utilizzare protezioni in feltro sotto i mobili, soprattutto sotto quelli che vengono spostati spesso come le sedie d) nel caso sia necessario spostare mobili pesanti, è consigliabile posizionare strofinacci di lana sotto i piedini o sotto il basamento dei mobili per evitare antiestetiche rigature, e) prima di eseguire lavori di imbiancatura, elettricità, idraulica, traslochi e movimentazione di mobili, proteggere la pavimentazione con cartoni, coperte di lana e teli di nylon.

Come si mantiene pulita una superficie in Microtopping?

 

La pulizia del pavimento in microcemento Microtopping è molto semplice. E' sufficiente passare un panno inumidito con acqua sulla superficie da pulire, con l'aggiunta di poco detersivo per pavimenti neutro e non schiumoso (esempio PERFETTO! Ideal Work: detergente specifico per superfici decorative Ideal Work). Può essere utile trattare periodicamente il pavimento con prodotti protettivi a base di cere auto lucidanti in dispersione acquosa (esempio Ideal Cera) o cere d’api (esempio EASY WAX). Sono assolutamente vietati i detergenti a base di sapone, acido, ammoniaca, cloro o qualsiasi prodotto detergente abrasivo. Si consiglia di usare solo detergenti a PH neutro NON AGGRESSIVI.

Il colore e l'aspetto di una superficie in Microtopping possono subire dei cambiamenti con il tempo?

 

I colori utilizzati sono resistenti ai raggi UV e i trattamenti protettivi non sono soggetti ad ingiallimento. Come per tutti i tipi di materiali (vedi ad esempio le vernici delle auto), dopo una costante esposizione alla luce del sole o della luna, saranno possibili leggeri viraggi di colore, che non potranno considerarsi difetti.

Con i soli 3 mm di spessore, Microtopping su superfici esterne può sostenere il transito di veicoli

 

Assolutamente sì, Microtopping ha un’elevata resistenza ad abrasione ed è indicato anche per rampe d’accesso, parcheggi e vialetti. In questi casi è applicata solo la versione di Microtopping Base Coat, anche per garantire l’anti-scivolosità del materiale. Ricordiamo inoltre che la resistenza al traffico veicolare è data dallo spessore del supporto. In caso di rinnovamento di vecchie pavimentazioni sarà opportuno verificare le condizioni e conoscere lo spessore del supporto.

Vorrei rivestire un caminetto e un piano cucina: Microtopping è resistente al calore?

 

I test alla resistenza termica realizzati sul materiale hanno ottenuto ottimi risultati (link a test). Il microcemento Microtopping è stato portato fino a temperature di 115°C senza presentare alcun difetto. E’ comunque sconsigliato appoggiare oggetti bollenti direttamente sul piano e si consiglia invece di utilizzare sottopentola appositi. Inoltre, nel caso di piani cucina, si consiglia di utilizzare appositi taglieri, evitando di tagliare o tritare direttamente sul piano.

Quali finiture ed effetti è possibile realizzare con Microtopping?

 

Ideal Work propone vari tipi di trattamenti protettivi che, oltre a conferire un’ottima resistenza all’assorbimento di liquidi e macchie, determinano l’effetto finale della superficie del microcemento. E’ possibile scegliere tra effetti LUCIDI, OPACHI, SATINATI o NATURALI. In base al tipo di progetto, interni o esterni, alle caratteristiche tecniche richieste e all’effetto finale desiderato, sarà compito dell’applicatore consigliare il protettivo più adatto.

Microtopping è una resina?

 

Ideal Work Microtopping non è una resina, bensì un rivestimento cementizio-polimerico, destinato alla rasatura decorativa (spessore 2-4 mm) di superfici interne ed esterne. Considerato tra i rivestimenti a maggior valore architettonico ed estetico, Microtopping è stato appositamente formulato per rivestire, recuperare, ricreare superfici ed ottenere l’effetto “ricercato” della pavimentazione “finita a cemento”, lisciata manualmente.

NEWS
nextprev
FAQs
© 2017 - Ideal Work Srl - P.IVA 03293380261 via Kennedy, 52 - 31030 Vallà di Riese Pio X (TV) Italia - Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Libra Holding S.r.l.